Categories
Eventi

Le Giornate dell’Accademia: i cambianti climatici

Giovedì 12 aprile presso l’aula multimediale della sede rettorale dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara si è svolta “La Giornata dell’Accademia delle Scienze di Abruzzo e delle Regioni Adriatiche” sul tema “I Cambiamenti Climatici”.

Alla presenza di un pubblico qualificato, composto da prestigiosi accademici non che ricercatori e studiosi di diversa estrazione, i relatori hanno svolto le proprie “lezioni magistralis” con successo ed estremo interesse da parte dei partecipanti.

La prima relazione (lezione magistralis) è stata presentata dal Prof. Uberto Crescenti, emerito di Geologia Applicata e già stimato Rettore della Università G.D’Annunzio, il cui contenuto di estremo interesse ha efficacemente rappresentato al pubblico presente la realtà scientifica del cambiamento climatico, definita di origine “naturale“, smentendo le impostazioni dominanti che vorrebbero impropriamente riferire il processo climatico in atto alle emissioni inquinanti delle attività umane.

Il Prof. Mario Giaccio, ordinario di merceologia e già Preside delle Facoltà  di Economia e di Scienze manageriali dello stesso Ateneo, ha svolto una relazione di primario interesse sul “mercato dell’anidride carbonica“, relazionando sulle dinamiche economiche e finanziarie derivanti dall’accordo di Kyoto e che hanno assunto il predominio in un processo di politica industriale ed ambientale, stravolgendone nei fatti il contenuto e rendendo inefficaci le linee di azione rispetto agli obiettivi iniziali, seppur gli stessi non possono essere condivisibili alla luce di un approccio scientifico razionale e scevro da condizionamenti politici.

Da ultimo e non per questo meno prestigiosa, si è tenuta la “lezione magistralis” del Prof. Aniello Russo Spena, ordinario di Idraulica e Presidente dell’Accademia, il cui contenuto scientifico-filosofico ha trattato dell’incertezza dei risultati della ricerca e dei traguardi della conoscenza a volte contrastanti con le teorie del passato, sottolineando l’ineluttabilità del possibile errore di metodo o nelle ipotesi di base come una “consapevolezza” necessaria nel vero ricercatore, al fine di determinare in se stesso una tensione verso una continua verifica dei risultati dei propri studi non che un tentativo di superamento degli stessi, verso nuovi traguardi di conoscenza.

La riunione si è conclusa con alcuni interessanti interventi di alcuni accademici e studiosi presenti in aula.

Categories
Evénements

Les Journées de l’Académie : le changement climatique

Cet article concerne un événement se déroulant en Italie. Veuillez visiter la version italienne de cette rubrique pour plus de détails.

Categories
Evénements

Exposition : “Et Ce Fut Le Tremblement De Terre” par Vittorio Erlindo.

Cet article concerne un événement se déroulant en Italie. Veuillez visiter la version italienne de cette rubrique pour plus de détails.

Categories
Eventi

Mostra: “E Fu Il Terremoto” di Vittorio Erlindo.

Comunicato Stampa

Sabato 31 marzo 2018, a partire dalle ore 16:00, presso il Refettorio del Monastero di San Benedetto Po a Mantova, è inaugurata la seconda parte della Mostra d’arte contemporanea dal titolo “… e fu terremoto. La Nascita, la Morte e la Resurrezione del figlio di Dio tra sacro e profano”, dedicata alla Morte e Resurrezione  (dura fino  al 15 aprile 2018). La prima parte, dedicata alla Nascita, si è svolta con successo dal 23 dicembre 2017 al 14 gennaio 2018.

Come afferma il curatore della Mostra Vittorio Erlindo, « E’ questi un argomento che ha radici millenarie nella storia sociale, religiosa ed artistica del mondo, e tuttavia mai compiuto e conclusivo. Da qui l’urgenza di una sua continua reinterpretazione artistica alla luce delle vicende umane e sociali che il divenire contemporaneo impagina per la storia. E’ un tema sensibile e intrigante, che interpella le coscienze e il senso della vita, e ciò indipendentemente dalle nostre convinzioni o negazioni religiose ».

All’inaugurazione interviene anche il critico della sostenibilità dell’arte Marco Eugenio Di Giandomenico, tra gli autori del catalogo generale della Mostra, che insieme agli artisti e al curatore illustrano le opere al pubblico intervenuto. « E’ una iniziativa di elevato spessore culturale in termini sostenibili – commenta Marco Eugenio Di Giandomenico –  coniugando  creatività e valorialità del messaggio artistico, mix oramai inscindibile nelle migliori espressioni dell’arte contemporanea ».

*****

Artisti: Toni Alfano – Peter Assmann – Adriano Avanzolini – Gianni Bellesia – Paolo Bernini – Romano Boccadoro – Maurizio Bonora – Giuseppe Branà – Ferdinando Capisani – Teresa Cardarelli – Paolo Guglielmo Conti – Davide Dall’Osso – Mario Di Leo – Domenico Difilippo – Nicola Evangelisti – Elia Festa – Andrea Jori – Marco La Rosa – Gianni Mantovani – Fardy Maes – Max Marra – Robert Mutt -Mauro Quetti – Giovanni Ronzoni – Yasar Samini Mofakam

Presenze dell’arte popolare sacra: Sandra Abdolhay – Antonio Cristalli – Andrea Crespi – Vanna Lodi Pasini

Omaggi al Novecento Mantovano: Umberto Bellintani – Giovanni Bernardelli – Walter Bianconi – Mario Brozzi – Vasco Corradelli – Giuseppe Gorni

Tableau Vivent: omaggio a Girolamo Bonsignori

Docufilm della mostra: di Paolo Bernini ed Elisabetta Pirozzi

Scritti in catalogo di: Mario Bertoni, Marzio Dall’Acqua, Marco Eugenio Di Giandomenico, Vittorio Erlindo, Gianfranco Ferlisi, Carlo Prandi

*****

Per informazioni:

Curatore della Mostra VITTORIO ERLINDO

E-mail: verli47@alice.it